• +39 06 92948079
  • Lun - Ven 9:00 - 17:30

Sostituzione Caldaia Condominiale: l’offerta di EquiWatt

Si sono da poco spenti gli impianti di riscaldamento. Oltre a prepararci per la bella stagione questo è per molti anche il momento di pensare ai lavori di sostituzione della caldaia condominiale.

Per alcuni si tratta di una necessità: la caldaia ha fatto i capricci durante l’inverno e vi ha lasciati al freddo! Per altri invece si tratta di approfittare della congiuntura favorevole: c’è ancora un anno prima dell’obbligo di installazione della contabilizzazione del calore, ma a dicembre scadranno le agevolazioni in termini di detrazione IRPEF al 65%… inoltre, quando tutti dovranno mettersi in regola contemporaneamente, i prezzi praticati dagli installatori saliranno alle stelle!

Aggiornamento norme UNI TS 11300 e APE

Il 2 ottobre 2014 il CTI (Comitato Termotecnico Italiano) ha pubblicato la revisione 2014 delle UNI TS 11300-1 e 11300-2. A partire da questa data la redazione dell’APE è possibile solo in conformità alle suddette norme, il che implica che non è più possibile usare i software di calcolo perché nessuno di quelli esistenti ha il certificato di conformità alla normativa aggiornata.

Il risultato di questa situazione è che al momento si possono fare APE solo tramite procedura manuale, assumendosi la responsabilità di seguire la normativa vigente.

Per quanto riguarda la regione Lazio dal 10 ottobre non è più possibile inviare APE via PEC, si può solo consegnare a mano dove viene fatta una verifica formale e controllato che non si sono utilizzati software nel procedimento di calcolo.

Per approfondire la questione qui trovate il link alla news dal sito della Regione Lazio, mentre chi (come noi) usa MC4 per la redazione di APE può essere interessato a questa discussione sul loro forum.

Speriamo che tutto si risolva presto, vi terremo comunque aggiornati!

Il decreto legislativo 4 luglio 2014, n.102 è entrato in vigore!

Siamo felici di annunciarvi che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 165 del 18 luglio il decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102 , di attuazione della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica.

Il decreto è entrato in vigore dal 19 luglio e prevede, partendo dal presupposto di raggiungere gli obiettivi “20-20-20”,  una serie di attività sia per portare avanti l’obiettivo di migliorare l’efficienza energetica che per migliorare la fruibilità dei servizi energetici da parte degli utenti finali.

La notizia è molto interessante sia per gli addetti ai lavori nel settore energetico, come EquiWatt, che per tutti i gestori e proprietari di impianti sia industriali che civili, infatti questo provvedimento vuole avviare un processo virtuoso di incentivazione del risparmio energetico su scala nazionale, cosa che riteniamo fondamentale per il futuro sia da un punto di vista ambientale che economico.

Il testo da ampio spazio a una serie di misure volte a migliorare l’efficienza energetica degli edifici della pubblica amministrazione centrale imponendo, ad esempio, di riqualificare energeticamente ogni anno almeno il 3% della superficie coperta utile climatizzata, come previsto dalla direttiva UE.

Viene istituito inoltre, presso il Ministero dello Sviluppo economico, il ‘Fondo nazionale per l’efficienza energetica’, con le funzioni sia di garantire per prestiti di terzi che di finanziare direttamente gli interventi di efficientamento energetico e teleriscaldamento sia per la PA che per i settori industriale e dei servizi.

Per quanto riguarda il nostro settore di interesse l’articolo 8 è sicuramente il più importante. In questo si introducono alcune interessanti novità per le imprese, tra cui:

  • L’introduzione, per le grandi imprese e per quelle ad elevato consumo di energia, dell'obbligo di diagnosi energetica. Questa dovrà essere eseguita entro il 5 dicembre 2015 e successivamente ogni 4 anni.
  • L'attivazione di regimi di agevolazione per le PMI che sono intenzionate a svolgere una diagnosi energetica e a realizzare i conseguenti lavori di efficientamento degli impianti. Per l'attuazione di tutti ciò verranno destinati 15 milioni di euro annui (come tetto massimo), dal 2014 al 2020.

Questo certamente significherà un incremento delle richieste di audit energetici e la cosa, dato che questo è il nostro settore lavorativo in cui crediamo di più, sicuramente ci fa piacere!

Diminuire i consumi per essere competitivi

Martedì 15 Luglio 2014 abbiamo partecipato ad un seminario dal titolo “Audit energetici e sistemi di gestione dell’energia: opportunità di sviluppo per il settore industriale (art. 8 Direttiva europea 2012/27/UE) ” organizzato da ENEA e FEDERESCO.

In questo video, realizzato a seguito dell’evento, viene presentato l’articolo 8 del decreto del governo italiano di recepimento della direttiva europea 27/2012 per l’analisi e la riduzione dei consumi energetici dell’industrie.

 

EquiWatt è da tempo impegnata nel campo del risparmio energetico, offrendo un servizio di audit per industrie e privati.

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata sul nostro sito o scrivici attraverso l’apposito form.

 

Audit Energetico gratuito per la tua azienda!

Audit Energetico per AziendeCredi che la tua azienda abbia delle potenzialità in termini di risparmio energetico? Vuoi aumentare la tua competitività e ritieni che il miglioramento dell’efficienza energetica del ciclo produttivo sia uno dei fattori chiave di successo? Hai intenzione di investire sull’ammodernamento della tua azienda ma non sai da dove partire? 

Inizia ad approfondire senza impegno questi aspetti, richiedendo a EquiWatt la redazione di un Audit Energetico gratuito! 

Per maggiori informazioni, visita la pagina dedicata sul nostro sito o contattaci tramite i tradizionali canali che mettiamo a disposizione.