• +39 06 92948079
  • Lun - Ven 9:00 - 17:30

Il nostro pontile diventa un brevetto!

Pontile Ecologico ReversibileUn rapido aggiornamento per quanto riguarda una delle creazioni alle quali teniamo di più: PER il Pontile Ecologico Reversibile, vincitore del concorso internazionale di idee “Le energie rinnovabili per le Isole Minori e le Aree Marine Protette Italiane“, ed. 2013.

Abbiamo da poco consegnato domanda di brevetto (RM 2014 A 000255), con l'intenzione di tutelare la nostra idea e passare alle successive fasi di sviluppo.

Stiamo valutando possibili collaborazioni per l'industrializzazione e la commercializzazione del nostro PER. Siamo perciò disponibili a valutare eventuali proposte di aziende interessate... fatevi avanti, corpo di mille balene!

Per maggiori informazioni, torna a visitare la pagina aggiornata sul nostro sito, nella quale è possibile da oggi scaricare liberamente la relazione dettagliata del progetto e una presentazione in slides.

A.P.E. & Regione Lazio: chiarimenti sulla necessità di allegare il libretto di impianto

Libretto di impiantoCome noto, la validità massima di 10 anni di un Attestato di Prestazione Energetica è legata alla presenza del libretto di caldaia/di centrale dell’impianto termico e alla sua allegazione alla copia dell’APE da consegnare al proprietario/acquirente/locatario.

Recentemente la Regione Lazio ha emesso una comunicazione ai soggetti certificatori nella quale viene specificata la modalità di gestione dei libretti di impianto/centrale durante l’elaborazione di un APE, al fine della validità del certificato. Alla luce del documento emerge che non è necessario allegare il libretto di caldaia/di centrale dell’impianto termico alla copia dell’APE da presentare alla Regione.

In particolare, nel frontespizio dell’APE dovrà essere indicata la validità massima di 10 anni, riportando un asterisco che rimanda al Campo Note, nel quale il Soggetto Certificatore dovrà specificare:

  • di avere preso visione del libretto, riportando la data dell’ultima manutenzione della caldaia e del controllo dei fumi previsti per legge;
  • che la validità massima di 10 anni è comunque subordinata al rispetto da parte del proprietario/inquilino/terzo responsabile delle disposizioni legislative di cui all’art. 6, c. 5 del D.lgs. n. 192/2005 e all’art. 6, commi 1, 2 e 3 del D.M. 26/6/2009, Ministero dello Sviluppo Economico (manutenzione periodica della caldaia e controllo dei fumi).

Nel caso di non disponibilità del libretto di caldaia/di centrale dell’impianto termico, ovvero nel caso in cui quest’ultimo non riportasse la data dell’ultima manutenzione e del controllo dei fumi previsti per legge, nel Campo “Note” dell’APE, il Soggetto Certificatore dovrà specificare:

  • l’impossibilità di avere preso visione e/o di avere ottenuto copia del libretto;
  • l’incompletezza e/o il non aggiornamento del libretto;
  • che la validità massima di 10 anni è legata:
  1.  alla successiva allegazione all’APE in possesso del proprietario/ acquirente/locatario del libretto, opportunamente aggiornato dopo avere effettuato le operazioni di manutenzione della caldaia e di controllo dei fumi previsti per legge;
  2. al rispetto da parte del proprietario/inquilino/terzo responsabile delle disposizioni legislative di cui all’art. 6, c. 5 del D.lgs. n. 192/2005 e all’art. 6, commi 1, 2 e 3 del D.M. 26/6/2009, Ministero dello Sviluppo Economico (manutenzione periodica della caldaia e controllo dei fumi);
  3. che nel caso non venissero eseguite le operazioni di manutenzione e di controllo dei fumi previsti per legge, la validità dell’APE è limitata al 31 dicembre dell’anno successivo a quello del rilascio, intendendosi non soddisfatte le disposizioni legislative di cui all’art. 6, c. 5 del D.lgs. n. 192/2005 e all’art. 6, commi 1, 2 e 3 del D.M. 26/6/2009, Ministero dello Sviluppo Economico (manutenzione periodica della caldaia e controllo dei fumi).

Pontile Ecologico Reversibile

modularitàNella sezione creazioni del nostro sito abbiamo aggiunto la descrizione del progetto P.E.R. – Pontile Ecologico Reversibile, ideato da EquiWatt e dall’Arch. Michela De Licio grazie al quale ci siamo aggiudicati il primo premio del concorso internazionale di idee “Le energie rinnovabili per le Isole Minori e le Aree Marine Protette Italiane” (categoria “Aree Portuali”).

PER – Pontile Ecologico Reversibile è un molo galleggiante modulare ideato per ampliare temporaneamente le strutture portuali nel periodo di massima affluenza estiva o per incrementare la qualità e l’offerta di servizi erogati in ancoraggi alla fonda preesistenti.
Particolare attenzione è posta alla reversibilità e al basso impatto ambientale/paesaggistico dell’opera: la facilità di installazione consente di montare il molo solo quando c’è effettiva necessità, offrendo nuove possibilità per un attracco sicuro e rispettoso dell’ecosistema marino, senza necessità di costruire opere civili di alcun tipo. L’innovativo design e la concezione modulare dei blocchi consente il facile smantellamento del molo e il suo rimessaggio con ingombri estremamente limitati nei periodi di scarsa affluenza.

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata al progetto PER o contattaci.

No more picnic on Via Felter

via_felterVogliamo comunicarvi una bellissima, e quasi incredibile, notizia.

Da oggi, come riportato quiqui dal sito della Regione Lazio, si potranno consegnare gli Attestati di Prestazione Energetica anche via posta elettronica certificata!!!

Quello che occorrerà fare è seguire le istruzioni riportate nel secondo link soprastante e inviare una PEC all’indirizzo:

Finalmente nessuno sarà più obbligato a dover fare file interminabili per consegnare gli APE, con buona pace dei baristi delle vicinanze…

Le energie rinnovabili per le Isole Minori e le Aree Marine Protette Italiane

Il nostro progetto PER – “Pontile Ecologico Reversibile“, realizzato in collaborazione con l’Arch. Michela De Licio si è aggiudicato il primo premio del Concorso Internazionale di Idee “Le energie rinnovabili per le Isole Minori e le Aree Marine Protette Italiane”, per la categoria “Aree Portuali”.

Il concorso vede fra i principali promotori l’associazione ambientalista Marevivo, GSE (Gestore dei Servizi Energetici), ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), CITERA (Centro di Ricerca Interdisciplinare Territorio Edilizia Restauro Ambiente), Università di Roma La Sapienza, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Qui e qui è possibile consultare l’elenco dei vincitori delle varie categorie.

Marevivo

La cerimonia di premiazione si terrà il giorno 27 febbraio p.v. alle ore 10.30, presso l’Auditorium del Museo Maxxi di Roma… siete tutti invitati!

A breve pubblicheremo sul nostro sito maggiori dettagli sul progetto.